Reggiseni sportivi non tengono; ricercatore ne sta sviluppando uno più sostenititvoLa scansione 3-D del corpo con le misure del seno evidenziate. (Fonte: k-state.edu)Uno dei più importanti articoli di abbigliamento nel guardaroba delle donne e le sue caratteristiche stanno ricevendo tutta l'attenzione di un ricercatore della Kansas State University.


Minyoung Suh, assistente professore di abbigliamento, tessile e interior design, si sta occupando dei movimenti del tessuto del seno per sviluppare un reggiseno sportivo con un migliore sostegno.


"Anche se le due coppe possono essere delle stesse dimensioni, lo spazio tra di esse può essere diverso a seconda del disegno o della composizione del reggiseno", ha detto la Suh. "Idealmente, il reggiseno dovrebbe essere personalizzato sulla forma e la dimensione di ogni donna. Ciò è difficile in termini commerciali, ma stiamo cercando di portarlo il più vicino possibile".


Molte donne con seno grande hanno difficoltà nell'esercizio fisico o non possono nemmeno provare, secondo la Suh. Lo sviluppo di un migliore reggiseno sportivo può contribuire ad eliminare le esitazioni delle donne ad esercitarsi a causa di paure, dolore o imbarazzo per i movimenti del seno. "Un seno non è un oggetto solido; si muove ovunque", ha detto la Suh. "Progettando diversamente il reggiseno sportivo possiamo controllarne il movimento. La maggior parte dei movimenti è su-giù, ma c'è anche dentro-fuori, e da un lato all'altro".


Secondo la Suh, gli attuali reggiseni sportivi sono costrittivi perché schiacciano il tessuto del seno verso il corpo e limitano il movimento. La tenuta attorno al tronco può essere scomoda e può non essere la strategia migliore per le donne con seno abbondante. "La maggior parte del sostegno dovrebbe essere nel tenere su il seno", ha detto la Suh. "La mia ricerca rivela che i reggiseni sportivi forniscono troppa pressione verso l'interno, restringendo il tronco piuttosto che supportare verso l'alto. Le spalline hanno la funzione di sollevare il seno, ma la pressione che esercitano - soprattutto se sono sottili - potrebbe essere un'altra fonte di disagio".


La Suh sta utilizzando uno scanner per il corpo in 3-D per misurare il volume del seno; un sistema di cattura del movimento per monitorare il moto del tessuto; e un sistema di sensori della pressione per misurare il grado di disagio dell'utente. "Dobbiamo capire qual'è il rapporto ottimale del sostegno rispetto alla pressione e come questo si differenzia tra posizione di riposo e sollevamento, corsa e altre condizioni", ha detto la Suh. "Naturalmente questo dipende dalle differenze tra donne e relative età".


Lo scanner del corpo 3-D valuta le differenze individuali nella forma e dimensione. E' dotato di 16 telecamere anteriori e posteriori per catturare e registrare immagini non invasive come punti di riferimento della figura nel software del computer. Le immagini consentono alla Suh di separare il tessuto del seno dalla gabbia toracica e di calcolare il volume del seno per stimarne la massa e la dimensione molto accurata delle coppe.


La Suh usa il sistema di motion capture per studiare la direzione di forza del tessuto del seno quando una donna si esercita. Dei marcatori riflettenti sono posizionati sul corpo e otto telecamere ottiche nel soffitto tracciano i movimenti dei sensori. Questo aiuta la Suh a capire qual'è la direzione del movimento su cui concentrarsi di più. "Quando le partecipanti corrono sul tapis roulant o saltano, le telecamere monitorano come si muovono i marcatori", ha detto la Suh. "Il computer combina tutti i dati per fare una visualizzazione 3-D con le coordinate XYZ e cerchiamo di calcolare la velocità, l'accelerazione e gli angoli in movimento".


Dopo aver analizzato la direzione della forza e il movimento del seno, la Suh valuterà il ruolo delle spalline, parte importante del reggiseno, nel fornire sostegno antigravitazionale senza troppa pressione sulle spalle. Il sistema di sensori di pressione sulla spalla fornisce alcune informazioni critiche per misurare il rapporto pressione-supporto. "Penso che più larga è la spallina, meglio è", ha detto la Suh. "A parità di peso e forza sulla spalla, aumentando l'area la pressione scende. Percepiamo la pressione, non l'intera forza".


Una volta che la Suh avrà finito di calcolare il volume, il movimento e la pressione del seno, cercherà gli aspetti di comfort e funzionali nella progettazione di un reggiseno in grado di supportare efficacemente il seno. "Penso che la direzione dove stiamo andando sia di sviluppare o progettare un reggiseno sportivo per fornire il supporto ottimale nella giusta direzione", conclude la Suh.

 

 

 


Fonte: Kansas State University.

Pubblicato da Stephanie Jacques in k-state.edu (>English version) - Tradotto da Franco Pellizzari


 

Designed with by jakubskowronski.com