Scoperta area del cervello che motiva l'esercizioGli scienziati del «Seattle Children’s Research Institute» hanno scoperto una zona del cervello che può controllare la motivazione di una persona a fare esercizio e a partecipare ad altre attività gratificanti; la scoperta potrebbe portare a migliori trattamenti per la depressione.


Il Dr. Eric Turner, ricercatore del Center for Integrative Brain Research dell'istituto, insieme con il primo autore Dr Yun-Wei (Toni) Hsu, hanno scoperto che una piccola regione del cervello - l'habenula mediale dorsale - controlla il desiderio dei topi di fare esercizio.


La struttura dell'habenula degli esseri umani è simile a quella dei roditori e queste funzioni di base nella regolazione dell'umore e della motivazione sono suscettibili di essere uguali tra le specie.


L'esercizio fisico è una delle terapie non farmacologiche più efficaci per la depressione. Determinare che tale specifica area del cervello può essere responsabile della motivazione all'esercizio potrebbe aiutare i ricercatori a sviluppare trattamenti più mirati ed efficaci per la depressione.


"I cambiamenti nell'attività fisica e l'incapacità di gustare le esperienze gratificanti e piacevoli sono due caratteristiche della depressione grave", ha detto Turner. "Ma i percorsi cerebrali responsabili della motivazione all'esercizio finora non erano ancora ben compresi. Ora, possiamo cercare i modi per manipolare l'attività all'interno di questa specifica area del cervello senza impattare il resto della sua attività".


Lo studio del Dr. Turner è stato pubblicato ieri nel Journal of Neuroscience e finanziato dal National Institute of Mental Health e dal National Institute on Drug Abuse. Lo studio ha usato modelli di topo modificati geneticamente per bloccare i segnali provenienti dall'habenula mediale dorsale.


Nella prima parte dello studio, il team del Dr. Turner ha collaborato con il Dr. Horacio de la Iglesia, professore nel Dipartimento di Biologia dell'Università di Washington, per mostrare che, rispetto ai topi tipici che amano correre nelle ruote per esercizio, i topi geneticamente ingegnerizzati sono letargici e corrono molto meno. I topi geneticamente ingegnerizzati di Turner hanno anche perso la loro preferenza per l'acqua potabile addolcita. "Senza un'habenula mediale dorsale funzionante, i topi sono diventati pantofolai", ha detto Turner. "Erano fisicamente in grado di funzionare, ma apparivano demotivati a farlo".


In un secondo gruppo di topi, il team del dottor Turner ha attivato l'habenula mediale dorsale usando l'optogenetica - una tecnologia laser precisa sviluppata in collaborazione con l'Allen Institute for Brain Science. I topi potevano "scegliere" se attivare questa zona del cervello ruotando una delle due ruote di risposta con le loro zampe. I topi preferivano di gran lunga girare la ruota che stimolava l'habenula mediale dorsale, dimostrando che questa zona del cervello è legata al comportamento gratificante.


Studi precedenti avevano attribuito molte funzioni diverse all'habenula, ma la tecnologia non era abbastanza avanzata per determinare i ruoli delle varie sottosezioni di questa zona del cervello, tra cui l'habenula mediale dorsale. "I metodi tradizionali di stimolazione non potevano isolare questa parte del cervello", ha detto Turner. "Ma la tecnologia all'avanguardia del Seattle Children’s Research Institute rende possibili scoperte come questa".


Come professore nel Dipartimento di Psichiatria e Scienze Comportamentali dell'Università di Washington, il dott. Turner tratta la depressione e spera che questa ricerca possa fare la differenza nella vita dei pazienti futuri. "Lavorare nella salute mentale può essere frustrante", ha detto Turner. "Non abbiamo fatto molti progressi nello sviluppo di nuovi trattamenti. Spero che, più riusciamo a capire come funziona il cervello, tanto più potremo aiutare le persone con tutti i tipi di malattie mentali".

 

 

 

 

 


Fonte: Seattle Children's Hospital (>English version) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Riferimenti: Eric Turner et al. Role of the Dorsal Medial Habenula in the Regulation of Voluntary Activity, Motor Function, Hedonic State, and Primary Reinforcement. Journal of Neuroscience, August 2014 DOI: 10.1523/JNEUROSCI.1861-14.2014

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Questo articolo non propone terapie o diete; per qualsiasi modifica della propria cura o regime alimentare si consiglia di rivolgersi a un medico o dietologo. Il contenuto non dipende da, nè impegna l'Associazione Freewalker Team asd. I siti terzi raggiungibili da eventuali links contenuti nell'articolo e/o dagli annunci pubblicitari sono completamente estranei all'Associazione, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.


 

 

 

 

Designed with by jakubskowronski.com